Welcome to the Rossa! I’m Franco and together with my wife Marzia and our two children we’re extremely fortunate to work on our own farm, that for four generations has been producing wine.
It’s taken us several years to complete the restoration works to the farmhouse, and our dream has always been that of offering farmhouse accommodation along with the possibility of savouring our typical produce and specialties from our cuisine. Hospitality with taste is one of our slogans! Through our farm experiences and our cuisine we would like to spread knowledge about our territory and traditions to those who’d like to learn more.
On our website you may find further information on some of our activities that are always available and give you our warmest welcome!

Benvenuti alla Rossa! Mi chiamo Franco e con mia moglie Marzia ed i nostri due bimbi abbiamo la fortuna di lavorare nell'azienda di proprietà, dove da 4 generazioni, la nostra Famiglia produce vino. Abbiamo impiegato molti anni a concludere i lavori di ristrutturazione della cascina, il nostro sogno è sempre stato quello di fare agriturismo offrendo la possibilità di alloggiare nelle nostre camere e degustare in azienda piatti e prodotti tipici della nostra cucina. Ospitalità con gusto è uno dei nostri slogan! Attraverso le nostre esperienze in azienda ed in cucina vogliamo far approfondire, per chi lo desidera, la conoscenza del nostro territorio e delle nostre tradizioni. Sul nostro sito potrete trovare alcune iniziative sempre disponibili in azienda e con le quali vogliamo dare il nostro benvenuto!




Without any doubt, my first passion was cycling and with the Pedale Acquese my first races were on circuit, to continue on mountain bike routes along the hillside scenery of the Monferrato landscapes. Grand names such as Costante Girardengo, born in Novi in 1893 and Fausto Coppi, born in Castellania in 1919, are important testimonies of the Bike character that’s present in all of us Monferrini !
At the farmhouse we’ve traced a training circuit, where we offer a route for beginners with some mountain bikes and for those more experienced, 8 routes in the province of Alessandria.
Upon request we may organize guided excursions with assistance throughout the entire route.

Sicuramente la bicicletta è stata la mia prima passione, nel Pedale Acquese la prime gare su circuito per continuare con la mountain bike su percorsi collinari del Monferrato; nomi come Costante Girardengo, nato a Novi nel 1893 e Fausto Coppi, nato a Castellania nel 1919, testimoniano il carattere Bike di noi Monferrini!
In azienda abbiamo tracciato un circuito di allenamento e di prova mettendo a disposizione alcune mountain bike per neofiti, per i più pronti ecco 8 tracciati nella provincia di Alessandria.
Su richiesta possiamo organizzare vere e proprie escursioni guidate con servizio assistenza su tutto il percorso.


BIKE TOUR


The first person that travelled all around the Monferrato territory was...Aleramo!

La prima persona che ha viaggiato in tutto il territorio del Monferrato è stato...Aleramo!

The legend narrates of a noble German man travelling to Rome on a pilgrimage as a voting offering with his pregnant bride, when they found themselves passing through Piedmont. When they reached Sezzadio near Acqui Terme, the women started to have labour pains and was welcomed by the Lords of the village in their castle. A beautiful baby boy was born, baptized with the name of Aleramo. On their return journey the couple were attacked by a gang and sadly passed away. The young Aleramo became a courageous cavalier for the Emperor Ottone I of Sassonia and fell in love with his daughter Alasia. As they did not have the Emperor’s approval they ran away, and Aleramo worked as a coalman. The cavalier however, returned to serve for the Emperor’s army, as many revolts began in northern Italy. When the Emperor discovered, he decided to forgive the young couple, and conferred Aleramo with the title of Marquis, rewarding him with as much land as he could possibly cover on horseback in three days and three nights. And that land is the Monferrato, in-fact Aleramo used a “brick” ( in local dialect “mun”) to shoe the horse ( in local dialect “frà”) therefore giving name to a land known as…….MONFERRATO.

La leggenda narra di una nobile coppia si Sassonia che si impegnò a compiere un pellegrinaggio fino a Roma, qualora le fosse donata la gioia di un figlio. Aleramo nacque durante il pellegrinaggio, nei pressi di Acqui Terme e subito rimase orfano dei genitori, assaliti da una delle bande di briganti che infestavano la zona. Il giovane divenne un coraggioso cavaliere al servizio dell'imperatore Ottone I di Sassonia e si innamorò di sua figlia Alasia. I due innamorati, non avendo il consenso dell'imperatore, furono costretti a fuggire e andarono nei luoghi natii di Aleramo, che si adattò a fare il carbonaio. Il cavaliere, però, attratto dalle imprese di coraggio, tornò a prestare servizio presso l'esercito imperiale, durante alcune rivolte scoppiate nel Nord Italia. Venuto a conoscenza della cosa, Ottone decise di perdonare i due giovani, concesse ad Aleramo il titolo di marchese e gli promise tanta terra quanta fosse riuscito a percorrere in soli tre giorni di sfrenata cavalcata. Quella terra è il Monferrato: durante la prova, infatti, Aleramo usò un mattone (mun, in dialetto) per ferrare (frà, in dialetto) il cavallo, dando, così, il nome a quel territorio……. MONFERRATO.